Rotary Club Genova Nord

World Wide Gaslini

Il progetto ha l’obiettivo di creare cultura pediatrica in un Paese dove sostanzialmente essa non esiste e l’accesso alle cure specialistiche è riservato alle fasce di popolazione più abbienti perché troppo costose per essere sostenute autonomamente e dagli enti locali.

In queste situazioni, i casi gravi non vengono trattati e le complicazioni derivate da malattie non diagnosticate o non adeguatamente curate possono diventare fatali, con un impatto considerevole sui livelli di morbilità e mortalità infantile.

L’intervento è strutturato in due fasi principali: una fase operativa ed assistenziale ed una parte formativa in corso di avvio.

La parte operativa assistenziale riguarda la costruzione di un centro di assistenza pediatrica gratuito presso una struttura esistente a La Romana in Repubblica Dominicana –  l’Orfanato Ninos de Cristo – che è stata dotata di un terminale di telemedicina collegato con l’Istituto Gaslini per un’attività di diagnosi e di second opinion.

L’ambulatorio, aperto alle oltre 500 famiglie dell’area suburbana dove esso si trova, è stato dichiarato Unità di Assistenza Primaria dal Ministero della Salute che, da Novembre 2016, ha assegnato un medico in servizio permanente presso la struttura.

L’ambulatorio non è stato progettato per essere un avamposto isolato dove alcuni eroici volontari si battono da soli in un ambiente difficile ma il nodo di una rete dove circolano informazioni, idee e conoscenza clinica e scientifica. L’elemento fortemente innovativo che lo caratterizza è il suo inserimento permanente in un circuito professionale e formativo attivo e di alto livello che possa garantire, da subito e nel tempo, una qualità diagnostica e di terapia elevata.

La parte formativa del progetto, ha visto impegnati il Rotary, il Gaslini, l’Università degli Studi di Genova, l’Università Ibero-Americana e l’Hospital General de la Plaza de la Salud, con la formazione e l’aggiornamento di tutti gli attori professionali (neo-laureati e specializzandi dell’area sanitaria, medici e infermieri) a livello locale e internazionale.

Torna in alto